Il Lions club Siracusa Eurialo he celebrato la XXVII Charter Night in coincidenza della cerimonia di apertura dell’Anno Sociale 2017/18, rinnovando il proprio impegno nel sociale.

Alle presenza di S.E. l’Arcivescovo di Siracusa Mons. Salvatore Pappalardo, del past Governatore e direttore del Centro Studi “E. Grasso” Salvatore Ingrassia e del presidente di zona 17 Giuseppe Vaccaro, il presidente Santo Gallo ha fatto gli onori di casa accogliendo gli amici soci ed i graditi ospiti nello splendido contesto del Resort Principe di Fitalia, ribadendo nel suo discorso inaugurale che “il nostro è un Club giovane, che ha sempre operato con impegno crescente nell’attività di solidarietà verso i soggetti più deboli, in linea con i più saldi principi del lionismo”.

“Essere a disposizione dell’Associazione, senza nulla a pretendere, è l’elemento chiave che ci deve contraddistinguere -ha affermato ancora Santo Gallo- da confermare con un percorso lionistico che si evolva in una crescita dello spirito di servizio adeguato alle attuali esigenze della società.”
In tal modo Santo Gallo ha ribadito l’attualità e l’importanza delle direttive del Governatore del Distretto 108Yb, Antonino Giannotta, che dettano gli indirizzi guida per “rivisitare” il nostro percorso lionistico, in contrasto all’involuzione dei valori sociali ed al progressivo distacco dall’etica a favore di un maggior interesse per l’estetica.
“In questo momento storico di grandi cambiamenti in cui si avverte forte la crisi dell’associazionismo in generale –continua Gallo- dobbiamo riconsiderare le nostre scelte ed i percorsi intrapresi. Le trasformazioni spaventano e spesso infastidiscono, ma modificare abitudini ormai consolidate si rende necessario per essere al passo con i tempi in cui viviamo. Qualunque cambiamento non avviene in modo automatico e non è mai perfetto, ma affinché questo percorso possa andare nella giusta direzione è necessario il contributo e l’impegno di tutti. Non stravolgimento di un modo di essere, ma innovazione, in cui il maggior impegno sociale e la diffusa percezione dello stesso sia armonizzi con quel rigore formale che costituisce un carattere distintivo e di prestigio dei Club Service e dei soci che ne fanno parte: non solo stare insieme, ma stare insieme per fare!”
Confermando l’impegno nella continuità con l’operato del Club negli anni precedenti, il presidente Gallo ha ribadito che gli sforzi saranno concentrati sulle attività di service sul territorio, per una maggiore incisività del Club sviluppando analisi, proposte ed interventi.
La cerimonia ha avuto alcuni momenti celebrativi, tra cui la consegna all'Arcivescovo Pappalardo di un contributo per la Basilica della Madonna delle Lacrime (fortemente penalizzata dagli allagamenti occorsi in occasione delle ultime violenti piogge) e la consegna del Melvin Jones Fellow al past presidente Umberto Vanella.




Facebook

Seguici su