L’apertura dell’anno sociale del LC Siracusa Eurialo non poteva avvenire in modo migliore: alla celebrazione della Charter Night, avuta luogo lo scorso 8 ottobre nel raffinato scenario del Grand Hotel Minareto, hanno partecipato tutti i club gemellati, ossia Riccione, Mdina (Malta) e Giardini Naxos Valle dell’Alcantara.

Oltre alle personalità lionistiche (presenti altresì i PDG del Distretto 108Yb Salvatore Ingrassia e Sebastiano Di Pietro) ed agli officers dei clubs della Zona 17 e di altri clubs services cittadini, graditissimi ospiti le delegazioni dei clubs di Riccione e Mdina che hanno colto l’occasione dell’invito alla Charter Night per organizzare un fuori porta siracusano.
“Abbiamo confermato i vincoli di amicizia esistenti creandone di nuovi, in un clima di ospitalità e amicizia in cui abbiamo voluto mettere a proprio agio gli amici in visita, perché la loro permanenza lasciasse un segno indelebile. E visto l’affetto con cui ci hanno ricambiato, siamo esserci di esserci riusciti!”
Durante la cerimonia, alla quale erano presenti circa 130 persone, l’intervento dei rappresentanti dei club gemellati (Graziella Cianini, presidente LC Riccione; Isabelle Coppini, vice presidente LC Mdina; Antonino Bucolo, presidente LC Giardini naxos Valle dell’Alcantara) ha reso più emozionante il clima già reso gioioso dal tono della cerimonia e dall’affiliazione di un nuovo socio, l’avv. Corrado Grasso.
Nel suo intevento, il presidente del LC Siracusa Eurialo ha tralasciato ogni dettaglio sul programma delle prossime attività, già ampiamente noto ai soci ed ai partecipanti, ma partendo dal tema “Visione” delle celebrazioni del Centenario, ha proposto un momento di “sano lionismo” portando la testimonianza di Hellen Keller, la donna cieca e sorda che nel 1925 partecipò alla Convention del Lions Clubs International e propose ai soci Lions di diventare "cavalieri dei non vedenti nella crociata contro le tenebre" con un memorabile discorso: “Suppongo che conosciate la leggenda secondo cui l'opportunità è una signora capricciosa che bussa una sola volta a tutte le porte, ma se la porta non viene aperta rapidamente se ne va per non tornare mai più. In effetti è così: le donne belle e desiderabili non aspettano, bisogna prenderle al volo. Io sono la vostra opportunità. Sto bussando alla vostra porta e voglio essere accolta. La leggenda però non dice cosa fare quando diverse meravigliose opportunità si presentano contemporaneamente alla stessa porta. Immagino che in tal caso si debba scegliere quella che si preferisce e io spero che voi vogliate accogliere me. Io qui sono la più giovane e quello che vi offro è ricco di splendide occasioni per servire gli altri. ….. Mi appello a voi Lions, voi che vedete e sentite, voi che siete forti, coraggiosi e cortesi: vorrete diventare cavalieri dei non vedenti in questa crociata contro le tenebre?”
“Cogliendo l’essenza del discorso di Hellen Keller -ha concluso il presidente Vanella- vogliamo diventare ‘facilitatori di opportunità’, cogliendone quante più possibile e vivere un lionismo di sostanza, fatto di opere anche silenziose ma che siano fonte di continua emozione”.
La conviviale è stata il giusto epilogo di una serata all’insegna della condivisione, con la destinazione di pasti ad una Caritas parrocchiale di Siracusa, in linea con la consuetudine già attuata da tempo dalla proprietà della struttura ospitante.

Facebook

Seguici su