Il 26 giugno 2016, nella splendida cornice di Villa Politi, ha avuto luogo il Passaggio della Campana del Lions Club Siracusa Eurialo tra il presidente uscente Silvana Magliocco ed il presidente per l'anno sociale 2016-2017 Umberto Vanella.

Alla presenza del P.G. Salvatore Ingrassia e delle autorità di Circoscrizione, Zona e Clubs, durante la sua relazione finale Silvana Magliocco ha illustrato i risultati ottenuti dal Club nell'anno sociale appena concluso, impegnato in attività di solidarietà e sensibilizzazione sul territorio, in linea con gli indirizzi programmatici distrettuali ed internazionali.

In tal senso, Silvana Magliocco ha inteso ringraziare singolarmente con un riconoscimento quanti hanno contribuito a vario titolo affinchè il Club raggiungesse tali obiettivi.

In tale occasione sono stati altresì assegnati tre Melvin Jones Fellow ai soci Giuseppe Campisi, Paolo Falchi ed Igino La Paglia, ed è stato celebrato l’ingresso di due nuovi soci.

Dopo La sua relazione di chiusura dell'anno sociale 2015/16, Silvana Magliocco ha passato le consegne a Umberto Vanella, che assume la carica di Presidente e guiderà il Club fino al 30 giugno 2017.

Nel suo discorso di insediamento, Umberto Vanella ha tratto spunto da una canzone di Lucio Dalla per parlare dell'importanza de "l'anno che verrà", essendo l'anno del Centenario del Lions Clubs International (fondato da Melvin Jones il 7 giugno 1917), e l'anno del 25° compleanno del Club Siracusa Eurialo (omologato, appunto, il 25 luglio 1991), esaltando l'importanza del contributo di ogni "socio" ad attuare le finalità del Club e di una strategia di comunicazione a 360° che dia un ruolo di primaria importanza ai social networks ed al web in generale.

“Abbiamo lavorato bene, ma abbiamo ancora tanto lavoro da fare”. Con queste parole, Umberto Vanella ha voluto affermazione un “bisogno”: creare molteplici occasioni per celebrare lo spirito di amicizia e dedizione che contraddistingue l'essere Lions e disseminare il territorio di azioni concrete di sensibilizzazione e solidarietà che possa affermare sempre più il motto del Centenario "dove c'è un bisogno, lì c'è un Lion",  un “donare” senza riserve celebrando il Lions Clubs International, un “servire con il sorriso” per affermare e rinsaldare (anche in modo piacevole e fuori da schemi canonici e formali) i vincoli di amicizia tra soci e tra clubs.

E tutto in una logica di condivisione degli indirizzi programmatici del Governatore Vincenzo Spata, al quale il Presidente ha indirizzato un caloroso augurio e chiedendo al P.G. Ingrassia di farsi latore dell’augurio in tal senso. Augurio poi esteso da Umberto Vanella ai Presidenti dei quasi 100 clubs siciliani ed ai clubs gemellati, con l'augurio di sinergie importanti.

“L’anno che sta arrivando, tra un anno passerà…” cantava ancora Lucio Dalla: in quest’ottica il presidente Umberto Vanella ha trasferito le funzioni di Vice Presidente a Santo Gallo, attraverso il simbolico gesto del “passaggio dello spillino”, in uno spirito di coinvolgimento e continuità a favore della progettualità pluriennale di celebrazione del Centenario.

Tra i messaggi delle autorità lionistiche presenti, tutti indirizzati a confermare lo stato di salute e maturità del Club che opera da 25 anni sul territorio, un grazie particolare va rivolto al Past Governatore Salvatore Ingrassia le cui parole hanno enfatizzato lo spirito di amicizia e famiglia da lui ancora una volta percepito all’interno del Club.

Alla fine della cerimonia, la festa per il nuovo anno è proseguita con la tradizionale conviviale, nel giardino di Villa Politi e con lo sfondo del panorama notturno delle Latomie dei Cappuccini.





Facebook

Seguici su